Lis Mascaris in Italiano

 

 

 

                       

 

  

LIS MASCARIS

Associazione senza scopo di lucro

L.06.02.1992,n.66

Via Venezia s.n.c. - Fr. Morsano

33050 CASTIONS DI STRADA (UD)

TEL e FAX 0432/768342

Pres. Todaro Edi

P.IVA e COD.FISC. 01997880305

E-Mail lis_mascaris@libero.it

Sito Internet: www.lismascaris.it

 

 

 

La tradizione del carnevale di Morsano di Strada (UD) ha iniziato nel lontano 1929, mentre alcuni anni dopo, nel 1946, si cominciavano a vedere i primi carri e gruppi mascherati.

Nel 1980 nasce il gruppo “Lis Mascaris”, unico gruppo del Triveneto che può contare su 30 anni di attività ininterrotta.

L’Associazione deve parte della sua notorietà, quale unico gruppo carnascialesco al mondo, dedito alla ricerca particolare che effettua da molti anni, realizzando delle maschere che partendo dalla tecnica della cartapesta, arrivano oggi fino all’impiego di materiali che si usano normalmente in aeronautica, quali la fibra di carbonio, materiali compositi a nido d’ape, il Kevlar, il tessuto di vetro e resina di vario genere.

Diverse e particolari nella tipologia e nelle tematiche le raffigurazioni che sono state eseguite in tutti questi anni, che vanno: dalle rappresentazioni storiche, ai richiami mitologici, al quotidiano etc, con delle misure che arrivano a cm 90x180.

A queste maschere fanno da cornice dei maestosi costumi realizzati con stoffe sontuose e argentate abbinate a pizzo laminato in oro e argento ed impreziositi da sontuose e brillanti spille di varie fogge.

L’originale impiego di questi materiali gli hanno permesso di ottenere ottimi risultati e come verrà illustrato qui di seguito anche numerosi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.

L’Associazione di Morsano di Strada ha inoltre avuto l’esclusivo privilegio di aver sfilato nel carnevale più importante del mondo, cioè quello di Rio de Janeiro nella serata conclusiva della “Notte dei Campioni”.

Si vuole ricordare, oltre a ciò, le ben quattordici vittorie consecutive al concorso “Maschera d’Argento d’Abano Terme”, al premio speciale

“Nino Bolgan”, ed ai tre riconoscimenti assegnati dalla Regione Veneto quale miglior gruppo mascherato per la creatività, la ricerca di materiali e le tecniche di lavorazione.

Non meno importante è il prestigioso premio “Grifone d’Oro” ottenuto nella città di Abano Terme per la ricerca, lo studio, l’applicazione di tecniche e materiali innovativi nella realizzazione di maschere. Tale premio annovera fra coloro che lo hanno ricevuto nomi importanti come quello del Premio Nobel Rita Levi Montalcini.

Per di più il gruppo è stato ospite alla storica manifestazione “Il Carnevale del Gnocco” di Verona, dove è stato premiato come “Miglior gruppo costruttore di maschere”.

“Lis Mascaris” ha partecipato inoltre negli anni al carnevale di Cento “Carnevale d’Europa”, al Carnevale di Crema e di Cortina, alle manifestazioni di Nisa in Portogallo, a Saalbak in Austria, ad Abazia in Croazia e al più grande carnevale d’Europa a Nizza in Francia.

Da ricordare la partecipazione come ospite alla trasmissione televisiva “Zecchino d’Oro” in occasione della 40esima edizione e numerose presenze nelle reti nazionali e locali.

Degne di essere citate sono anche le numerose mostre realizzate nel corso degli anni, ricordando tra le più prestigiose quelle tenutesi a Pordenone, Abano Terme e Montegrotto terme.

        Infine è doveroso sottolineare che è l’unico gruppo italiano ed europeo ad aver sfilato nei diversi carnevali di Cuba, Santo Spirito, Trinidad e quello della capitale l’Avana, dove ha riscosso un grandissimo successo.

        Qui “Lis Mascaris”, oltre ad essere stata ricevuta dalle maggiori autorità cubane quali ad esempio il Ministro della Cultura, ha come ricordo

l’indimenticabile incontro con il Presidentissimo Fidel Castro, che il gruppo ha omaggiato con una delle sue creazioni.

In occasione del 45° anniversario di fondazione della P.A.N., “LIS MASCARIS”, in collaborazione con il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico “Frecce Tricolori”, ha realizzato “Il volo: da Icaro alle Frecce Tricolori”.

        Le tredici maschere ripercorrono la storia dell’Aviazione mondiale passando attraverso le tappe più importanti.

        Inoltre si vuole ricordare che il gruppo è stato invitato a presentare alcuni dei suoi lavori in Venezuela dove ha potuto incontrare le comunità friulane, italiane e non, nelle città di Caracas, Puerto la Cruz, Valencia e Coro.

        Segue a tutto questo, il tema ASTRI IN LAGUNA, che riprende sotto certi aspetti alcune tecniche di lavorazione già note al gruppo, mentre le tematiche si rifanno a delle immagini semplici con dei richiami storici, geografici o culturali del nostro vivere quotidiano.

        Bellissime le immagini nella parte anteriore delle maschere dipinte ad aerografo, particolari i vestiti a mezzaluna impreziositi da raso dorato o argento e tulle.

        Fiore all’occhiello della nostra Associazione è UNA MASCHERA PER PECHINO, che è stata eseguita per accompagnare le nazioni partecipanti

al torneo di qualificazione olimpica per Pechino 2008 di softball, disputatosi in Friuli Venezia Giulia.

        Le 12 maschere riprendono immagini semplici ma peculiari di queste nazioni( vidi il leone per il Sudafrica, il mulino a vento per l’Olanda ecc..) mentre nella parte laterale sono riprodotte le bandiere nazionali.

        Maestosi i costumi in stoffe dorate ed argentate impreziositi da spille o strass.

        Quindi nel 2009 “Lis Mascaris” festeggiano i 25 anni di attività ininterrotta, proponendo delle maschere che, cronologicamente dal punto di vista costruttivo, strutturale e tecnico ne hanno segnato le tappe più significative, (partendo dalla cartapesta, al cuoio, alla vetroresina, per avviare al kevlar) così pure dal punto si vista tematico non dimenticando i riferimenti a Rio de Janeiro, Cuba, e Frecce Tricolori ecc..

        Particolarmente interessante la parte posteriore della maschera impreziosita da volti in cartapesta di notevole pregio, mentre i vestiti dalla base rotondeggiante raggiungono dimensioni considerevoli.

        Altra affascinante tematica realizzata è quella dal titolo”Stregonerie Celtiche”, in quanto si è voluto presentare delle maschere che riprendono un tema antico, ma quanto mai moderno nella sua complessità. Si sono usate nella parte anteriore della maschera, figure alquanto lugubri e paurose: come fantasmi, scheletri, teschi, ect., che in questo contesto assumono un significato positivo, di reincarnazione, in quel complesso ciclo che sono: la nascita, la vita e la morte.

        L’interpretazione di questo argomento che ha appassionato ed interessato l’uomo, sin dai tempi più remoti per la sua peculiarità, è un mondo dove streghe, maghi, orchi,etc., sono stati protagonisti di fantastiche leggende e di incredibili racconti, dove il lettore o il pubblico è sempre stato attratto da queste storie di terrore, brivido, con temi magici e paurosi, ma dove però, il potere soprannaturale delle streghe è sempre stato qualcosa di intrigante, prodigioso altresì seducente.

        Sin dall’antichità queste ultime figure sono state rappresentate accanto ad un filatoio, nell’atto d’intrecciare nodi, cioè, quasi a richiamare l’idea della vendetta, tessendo il destino dell’uomo, ecco quindi il perché della stilizzazione di quella ragnatela nella parte anteriore della maschera. Visto il tema funereo trattato, si è voluto confezionare i vestiti nella forma rotondeggiante con dei colori vivaci e brillanti, quasi a voler sottolineare il netto contrasto con un’argomentazione così tetra e mesta.

        L’associazione ha partecipato alla tournée in Uruguay, dove ha ricevuto applausi da quasi mezzo milione di persone, i componenti "Lis mascaris" di Morsano di Strada. E' stata, come informa il presidente del sodalizio, Edi Todaro, un'esperienza entusiasmante perché coronata da indimenticabili consensi. Il gruppo ha sfilato con le giganti artistiche maschere realizzate per l'evento (attenzione particolare è stata data alla parte anteriore dell'opera, dove la maestria nell'uso dell'aerografo riprende alcuni aspetti della quotidianità delle zone lagunari friulane). Inoltre è stata applaudita alla kermesse di Colonia del Sacramento, una città patrimonio dell'Unesco. «Per noi - commenta Todaro - è stato un enorme successo, anche perché in Uruguay non avevano mai visto maschere del genere. Un'altra grande sfilata si è svolta a Punta dell'Est, la Montecarlo del Sud America, mentre la terza esibizione, sicuramente la più importante, è avvenuta a Montevideo, la capitale del Paese, di fronte a oltre 300 mila persone, con la gente in piedi ad applaudire. Infine le maschere hanno sfilato nei "Tablado", immensi teatri all'aperto.                                           .       La nostra delegazione è satata ricevuta dall'ambasciatore italiano in Uruguay. Abbiamo anche donato una maschera al museo del Carnevale di Montevideo, alla presenza di ministri, sindaci e altre autorità. Indimenticabile poi l'incontro con i nostri emigrati, nella sede della "Famee furlane" di Montevideo. Infine, la classica ciliegina e cioé l'incontro con il presidente della Repubblica, Tabare Vazquez, al quale abbiamo donato una preziosa maschera realizzata per l'evento».

 

 

 

INDICE CRONOLOGICO DELLE DIVERSE ESECUZIONI TEMATICHE 

 

. 1980 Amici

. 1981 Anni 60’

. 1982 Mondo di gomma piuma

· 1983 Marco Polo 

· 1984 L'allegra compagnia 

· 1985 Robin Hood e il principe Giovanni 

· 1986 Tripudio dei cortigiani nella stagione del cervo 

· 1987 Il ritorno dei crociati con il vello d'oro 

· 1988  Odissea 3001 

· 1989  Le quattro stagioni 

· 1990  Fantasia '90 

· 1991  L'illusione di un sogno 

· 1992  Immagine d'autore 

· 1993  Arcobaleno di ventagli 

· 1994  Colori su cuoio 

· 1995  Una finestra sul mondo 

· 1996  Giochi di foglie 

· 1997  Immagini nella roccia 

· 1998  Rapsodia dello Zecchino d'Oro 

· 1999  Lo scorrere del tempo 

· 2000  Una maschera per Rio de Janeiro 

· 2001  Ogni mese un fiore 

· 2002  Fantasie 

· 2003  Ventennio 

· 2004  Una maschera per Cuba 

· 2005  Il volo da Icaro alle Frecce Tricolori 

· 2006  SEGNATEMPO ARTISTICO 

- 2007 Astri in Laguna

- 2008 Una maschera per Pechino

- 2009 Lis Mascaris : 25°

- 2009 Una maschera per Uruguay

- 2010 Stregonerie celtiche

- 2010 Viareggio 

- 2011 Pour purri 

- 2012 Friuli romano

- 2013 L’arte del vino in maschera

- 2014 Aganis Dragos e Sbilfs (Fate Draghi e Folletti)

- 2015 Nel giardino de LisMascaris

 

 

MOSTRE 

 

· Castions di Strada         (mostra permanente presso la SALA MASCHERE orari ufficio)                         

· Abano Terme 

· Montegnacco 

· Basiliano 

· Palazzolo dello Stella 

· Talmassons 

· Montegrotto Terme 

· Pordenone 

· Udine 

· Lignano Sabbiadoro 

· Motta di Livenza 

· Bibione 

· Remanzacco 

· Montichiari

- Codroipo

- Fauglis

 

 

 

PREMI CONSEGUITI DALL'ASSOCIAZIONE LIS MASCARIS  

 

       Nel corso della sua attività, dal 1983, l'Associazione "LIS MASCARIS" è stata onorata con i seguenti premi: 

· Premio speciale "NINO BOLGAN" per aver contribuito alla nascita di nuove iniziative storico-carnascialesche in Italia e nel mondo 

· Premio GRIFONE D'ORO Città di Abano Terme all'Associazione "Lis Mascaris" per la ricerca, lo studio, l'applicazione di tecniche e materiali innovativi nella realizzazione di maschere 

· Primo premio MASCHERA D'ARGENTO Città di Abano Termine conseguito per ben TREDICI volte consecutive 

· Premio speciale LEONE DI BRONZO, regione del Veneto, per la continua ricerca e innovazione dei materiali 

· Premio speciale LEONE DI BRONZO, consiglio regionale del Veneto, per la creatività 

· Premio LEONE DI BRONZO, consiglio regionale del Veneto, CARNEVAL DEI STORTI al miglior gruppo 

· Premio LEONE ALATO, Comune di Venezia Assessorato al Turismo 

· Premio CITTA' DI JESOLO al miglior gruppo mascherato 

· Premio COLOMBINA D'ORO, Carnevale Jesolano 

· Premio speciale CARNEVALE VENETO, Campalto,  per la particolare bravura e sensibilità di abbinare l'arte allo spettacolo 

· Premio PROVINCIA DI VENEZIA CARNEVAL DEI STORTI al miglior gruppo "Giochi di foglie" 

· Premio CARNAVAL DI BUIE MASCARÓN PLÚI BIÉL        EL BUIÀT 

· Premio PANTALONE IN ARGENTO per il miglior gruppo, CORTINA D'AMPEZZO 

· Premio CITTÀ DI MULHOUSE, sigillo d'argento, Klapperstein

. Riconoscimento speciale da parte della dell’amministrazione comunale con un ringraziamento e un incomio da parte del sindaco di Luganiano di Sonia

. Premio Tzigano d’oro  primo premio come migliore in assoluto della manifestazione

. Premio Tzigano d’argento primo classificato come miglior maschera

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 E-Mail: LisMascaris

 

 

 

 

          HOME